Archivi categoria: Scombinate memorie

Novantacinque candeline per una voce d’angelo

Si, lo so che abbiamo sconfinato in un’epoca troppo vicina a noi e che manca meno di un’ora a mezzanotte ma mi sarebbe sembrato gesto di estrema scortesia verso uno dei monumenti dell’opera di tutti i tempi far passare sotto … Continua a leggere

Pubblicato in Scombinate memorie | Contrassegnato | 3 commenti

La rivelazione di Tancredi

Una delle mie letture più ricorrenti da ragazzino era la monumentale Storia della musica di Andrea Della Corte e Guido Pannain. Dire lettura è dire un po’ troppo: quello che facevo era passare ore seduto a sfogliare uno o l’altro … Continua a leggere

Pubblicato in Opere, Scombinate memorie, Venezia, Visto | Contrassegnato , | 1 commento

In lungo all’Arena

Nell’estate del 1970 i miei genitori ci lasciarono al mare con la nonna e sparirono per qualche giorno. Doveva esserci un motivo parecchio speciale perché fino ad allora la famiglia si era sempre spostata compatta, al massimo lasciando indietro, ma … Continua a leggere

Pubblicato in Scombinate memorie | 1 commento

Divina Marilina

Visto che è un periodo un po’ bislacco che non mi lascia molto tempo per occuparmi delle mie foto e delle ricerche a loro connesse, tanto vale che per mantenere un po’ di attività in questo blog io prosegua con … Continua a leggere

Pubblicato in Scombinate memorie, Sentito | Contrassegnato | 7 commenti

Il giorno della doppia rivelazione

Nella bustina di plastica casualmente ritrovata ci sono alcuni biglietti del Comunale di Firenze, un teatro che per alcuni anni ho frequentato con una certa assiduità col gruppo di melomani in pullman. Fra questi manca purtroppo quello del primo spettacolo … Continua a leggere

Pubblicato in Firenze, Scombinate memorie, Visto | 3 commenti

Un biglietto per l’empireo

Frugando in un cassetto di quella che era la mia scrivania a casa di mia mamma, ho trovato una busta di plastica nella quale io, precoce feticista del cimelio cartaceo, avevo raccolto una serie di biglietti di teatro di spettacoli … Continua a leggere

Pubblicato in Scombinate memorie, Vienna, Visto | Contrassegnato | 5 commenti

Alla Scala senza voce

Conoscevo una signora che ogni volta che entrava alla Scala, per l’emozione perdeva la voce. Quando lo raccontava io ero scettico e tendevo in generale a fare un po’ di tara alle sue affermazioni. Essendo nata e avendo trascorso l’infanzia … Continua a leggere

Pubblicato in Milano, Scombinate memorie, Teatri | Contrassegnato | 5 commenti