Marie Gutheil-Schoder, muta moglie di Putifarre

Perso nello sterminato repertorio dei ruoli sostenuti da Marie Gutheil-Schoder nel corso della sua lunga carriera, ce n'è uno diverso da tutti gli altri e di cui poco o nulla si parla nelle ricostruzioni biografiche, sempre un po' sommarie, che si trovano in giro. Per una cantante che ha cantato se non tutto di sicuro... Continue Reading →

Immagini per la quarantena: I

Nella pausa forzata cui tutti siamo in questo momento sottoposti, migliaia di istituti culturali mettono a disposizione in rete il proprio patrimonio. Senza ambire a improbabili paragoni, in una serie di brevi post a scadenza quotidiana presento materiali della mia collezione che ancora non ho mai mostrato. L’ordine è rigorosamente alfabetico e oggi tocca alla... Continue Reading →

Max Lorenz, l’imbarazzante passione di Hitler

Questo bellissimo ritratto del tenore tedesco Max Lorenz nel ruolo di Bacchus nella straussiana Ariadne auf Naxos è uno dei pezzi più moderni della Winckelmann Collection, alla quale è stato posto il limite cronologico (derogabile ma con giudizio) del 1945. La foto porta il timbro a secco DIETRICH su cui non sono riuscito a trovare informazioni ma che immagino... Continue Reading →

Di qua e di là dell’oceano: Maria Hussa

Il nome di Maria Hussa, o Hussa-Greve come fu anche nota, non è di quelli che sono rimasti nella storia. Ciononostante, la carriera di questo soprano non fu di secondo piano; fu però brutalmente scissa in due tronconi, come quella di tutti coloro che nel triste 1938 che segnò l'annessione dell'Austria al Terzo Reich capirono... Continue Reading →

Una rosa per Richard Strauss

E' forse pensabile che un blog che ha scelto di chiamarsi Il cavaliere della rosa faccia passare sotto silenzio il centocinquantesimo anniversario della venuta al mondo di Richard Strauss? Ovviamente no, e così in attesa della grande festa del prossimo 11 giugno (per sentirla adeguatamente celebrata prego sintonizzarsi sulle radio tedesche, sulla nostra RadioTre passerà forse... Continue Reading →

L’imperatore innamorato

E chiudiamo quindi questa terna di ritratti che da Lotte Lehmann ci porta a uno degli altri protagonisti della prima rappresentazione assoluta della Frau ohne Schatten. La quale, per quello che può interessare, è una delle opere che di sicuro mi porterò sull'isola deserta se e quando, finalmente, riuscirò ad andarci. Difficile immaginare che questo... Continue Reading →

Buona, incomprensibile, stravagante, autoritaria

Transitata dal decadente estetismo della d'albertiana Myrtocle alla splendida modernità della tintora di Strauss e Hoffmansthal, ecco ancora Lotte Lehmann, ritratta questa volta da Franz Xaver Setzer in occasione della prima assoluta di Die Frau ohne Schatten, che con clamoroso successo andò in scena a Vienna nell'ormai ribattezzata Staatsoper il 10 ottobre 1919. A leggere la... Continue Reading →

Zerbinetta dal fotografo: Selma Kurz

Ancora Zerbinetta e ancora una fotografia di Setzer per fare il paio con quella del post precedente. Certo, il nero del costume è abbastanza sorprendente per l'allegra capocomica buffa, ma è anche vero che una buona dose di frizzantino viene aggiunta dalla posa, dal ventaglio e dalla piuma sul cappello. Selma Kurz fu tolta dal... Continue Reading →

Zerbinetta dal fotografo: Maria Ivogün

Questa bellissima fotografia di quello che resta il mio fotografo preferito, il viennese Setzer, mi ha dato una doppia soddisfazione. La prima, naturalmente, quando l'ho trovata perché una nuova foto di Setzer è per me ogni volta una piccola festa. Ma questa volta, contrariamente a quello che succede di solito, il venditore non era stato... Continue Reading →

Crea un sito o un blog gratuito su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: