Archivi categoria: Cosa

Robert Hutt, Radames sull’Unter den Linden

Incrociando il numero di inventario di questa cartolina dell’editore berlinese Leiser con il mio pedantissimo registro delle acquisizioni, vedo che l’acquisto risale a poco più di un anno fa. Prima di tornare, ieri sera, a sbatterci fortuitamente il naso mi … Continua a leggere

Pubblicato in Berlino, Cantanti, Cartoline, Galleria verdiana | Contrassegnato , | Lascia un commento

Marie Gutheil-Schoder, Louise per Gustav Mahler

Almeno quattro altre volte mi sono occupato di Marie Gutheil-Schoder, multiforme genio musicale, prediletta da Gustav Mahler e concreta dimostrazione che quasi sempre il cervello, la musicalità, la cultura e tutto quello che trasforma un normale essere umano in un … Continua a leggere

Pubblicato in Cabinet card, Cantanti, Löwy Josef, Vienna, Visto | Contrassegnato , | Lascia un commento

Feodor Chaliapin, “cantava come Tolstoj scriveva”.

Fu un vero pezzo da novanta questo signore un po’ dandy e un po’ gentiluomo di campagna che con studiata naturalezza guarda diritto nell’obiettivo, manifestando una lunga consuetudine con lo stare davanti alla macchina fotografica. Chissà chi gli ha fatto … Continua a leggere

Pubblicato in Cabinet card, Cantanti, Cartoline | Contrassegnato | Lascia un commento

Post senza parole

Pubblicato in Cantanti, Scombinate memorie | Contrassegnato | Lascia un commento

Jeanne Nadaud, “Fatinitza” e quella cosa sulle ventitré

Non l’ho fatto apposta ma è davvero bizzarra la fotografia alla quale è capitato l’indubbio onore di essere siglata, all’ingresso in collezione, con il numero di inventario 500. Si tratta di una cabinet card di Nadar, dipinta a mano (ci … Continua a leggere

Pubblicato in Cabinet card, Cantanti, Nadar, Operette, Parigi | Contrassegnato , | 4 commenti

Emma Eames e la dimenticatissima Zaïre

Succede sempre così, mi accingo a una nuova ricerca e invece di andare diritto per quella strada mi distraggo, apro parentesi, colgo indizi che mi fanno suonare campanelli su tutt’altre cose e finisco, tempo mezz’ora, per occuparmi di tutto fuorché … Continua a leggere

Pubblicato in Benque & C., Cabinet card, Cantanti, Parigi | Contrassegnato | 1 commento

178 candeline per Adelina Patti

Nessuno glieli darebbe a vederla qui, col suo faccino di porcellana, le mani giunte e gli occhi al cielo ma oggi Adelina Patti compie la bella età di 178 anni. La data, così fausta alle sorti del belcanto, è quella … Continua a leggere

Pubblicato in Cantanti, Carte de visite, Londra, Reutlinger Charles | Contrassegnato , , | Lascia un commento

Storie per la memoria: Vera Schwarz

Fu previdente, Vera Schwarz, e riuscì ad evitare il peggio. Forse già nel 1927 aveva capito come sarebbero andate a finire le cose; era a Vienna a cantare Jonny spielt auf di Ernest Krenek e si trovò a fare da … Continua a leggere

Pubblicato in Berlino, Cantanti, Cartoline, Galleria wagneriana, Storie per la memoria | Contrassegnato | Lascia un commento

Il Cavaliere nel 2020

Finalmente ci siamo, chiudiamo questo anno che non sarà sicuramente rimpianto da molti. Ci saremmo mai immaginati, dodici mesi fa, che nello spazio di qualche settimana avremmo dovuto familiarizzarci con cose dai nomi bizzarri e mai sentiti come lockdown, DAD, … Continua a leggere

Pubblicato in Fotografie | 4 commenti

Hermann Winkelmann, Lohengrin per Gustav Mahler

Lo sguardo sognante di Lohengrin, incarnato – in questa cabinet card dello studio viennese Adèle – da Hermann Winkelmann, vale qui come timido auspicio per il futuro, al termine di un anno che, credo, vorremmo tutti poter dimenticare.Non potremo, naturalmente, … Continua a leggere

Pubblicato in Adéle, Cabinet card, Cantanti, Galleria wagneriana, Vienna | Contrassegnato , , | 2 commenti