Archivi categoria: Come

Madama Pinkerton uno, due, tre e quattro

A far da umile preludio alla luccicante inaugurazione scaligera di questa sera, Winckelmann offre al colto e all’inclita questo pezzettino della sua piccola collezione di libretti. Potrebbe sembrare solo un elegante esempio di grafica nippo-liberty, se non ci fosse quel … Continua a leggere

Pubblicato in Libretti, Opere, Visto | Contrassegnato | 1 commento

Eva contro Eva, ovvero la lacca sugli artigli

Nel 1937 Rosa Ponselle decise di ritirarsi dal palcoscenico. Aveva quarant’anni e la sua voce benedetta dal cielo era ancora sostanzialmente intatta. Ma aveva anche un marito bello, giovane e sportivo, era ricca e famosa, voleva godersi la vita e il … Continua a leggere

Pubblicato in Cantanti, Letto, New York | Contrassegnato , | 3 commenti

Miolan-Carvalho contro tutte

Questo è il pezzo che (vedi post precedente) avrei dovuto riprodurre prima di tornare a parlare di Madame Miolan-Carvalho. E’ evidente che non si tratta di una fotografia, ma di uno spartito per canto e pianoforte, un fascicolo di dodici pagine … Continua a leggere

Pubblicato in Cantanti, Opere, Parigi, Sentito | Contrassegnato , | 2 commenti

Adelina Patti: il segreto è risparmiare

Una deliziosa carte de visite uscita dall’atelier Earl di Worcester ritrae una giovane Adelina Patti, colta probabilmente durante un tour nella provincia inglese. Nata nel 1843, direi che la fotografia si può situare in qualche momento degli anni Sessanta dell’Ottocento, quando … Continua a leggere

Pubblicato in Cantanti, Carte de visite, Earl F.C., Letto | Contrassegnato | 3 commenti

Wagner a Venezia, e un’ex-primadonna dalla fervida fantasia

Centotrentadue anni e un giorno sono passati da quel 13 febbraio 1883 che vide, in un appartamento della veneziana Ca’ Vendramin Calergi sul Canal Grande a San Marcuola, la dipartita da questo mondo di Richard Wagner. Il compositore, accompagnato dalla … Continua a leggere

Pubblicato in Cartoline, Letto, Venezia | Contrassegnato , | 7 commenti

Nellie Melba uno e due

Nelle autobiografie delle primedonne, poco importa se vissute all’ombra del Kaiser Guglielmo o della Regina Vittoria, avvengono delle sparizioni. Spariscono gli amanti, e possiamo anche capire perché, spariscono però spesso anche mariti e figli. Spariscono volentieri le colleghe, spariscono le … Continua a leggere

Pubblicato in Cantanti, Letto, Libri, Londra | Contrassegnato | 1 commento

Il regista vuole furbetto

Damiano Michieletto mi ha sempre dato l’idea di essere uno furbo, fin da quando, anni fa, vidi a Bologna una Gazza ladra che aveva debuttato qualche tempo prima a Pesaro raccogliendo lodi unanimi e premi, a cominciare se non sbaglio … Continua a leggere

Pubblicato in Note di regia, Visto | Contrassegnato | 5 commenti