Berta Morena primadonna a Monaco: Elsa

Ecco la seconda puntata dedicata al gruppo di cartoline con ritratti realizzati dal fotografo Franz Grainer che mostrano il soprano Berta Morena in alcuni ruoli del suo repertorio. Questa volta tocca alla Elsa del Lohengrin.
La quantità incredibile di fotografie della Morena, pubblicate in forma di cartolina postale, è un segnale molto chiaro della popolarità di questa cantante, che non solo fu sempre carissima al pubblico della capitale Bavarese, nel cui teatro fu residente per l’intera carriera, ma che ebbe anche una rilevante attività internazionale. Dopo questo bel rifornimento di nuovi materiali io ne ho ventiquattro, contro le due che possedevo prima, e chissà quante ce ne sono ancora in giro. La serie che mostro qui, con questa composizione grafica così pulita e anche con ritratti caratterizzati da pose estremamente teatrali ma anche stilizzate e molto decorative (basta guardare qui il gioco dei riccioli della lunga parrucca e delle pieghe del mantello, studiati e disposti al millimetro) appartiene sicuramente agli anni successivi alla prima guerra mondiale.
Nel 1908, con fotografie dello stesso Grainer era stata prodotta un’altra nutrita serie di cartoline della Morena completamente diversa da questa: la grafica è quella più canonica della fotografia stampata sull’intera superficie senza banda bianca in basso, le pose sono da “cantante in posa” che mostra un bel costume o si atteggia nel solito repertorio di gesti ormai codificati, e su tutte viene posto un grande autografo stampato della diva. Ne vedremo tre nell’ultima puntata di questa galleria.
A questo proposito, c’è un’altra differenza fra questi due gruppi che io credo sia sostanziale. Mentre le cartoline del 1908 dichiarano Grainer come autore delle foto e sono però pubblicate dall’editore Böhm di Monaco, quelle del nostro gruppo fanno riferimento esclusivamente a Grainer e portano in un angolo una indicazione dello stabilimento di grafica artistica Bruckmann, che mi sembra più uno stampatore. Viene da pensare che in questo caso il fotografo abbia prodotto in proprio la serie, curandone particolarmente non solo la qualità fotografica (e per questo trovando in Berta Morena una disponibilissima complice) ma anche la resa grafica complessiva.
Con alcune novità veramente dirompenti, una delle quali si vedrà nella prossima puntata.

Questa voce è stata pubblicata in Cartoline, Fotografie, Galleria wagneriana, Grainer Franz, Monaco e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.