Immagini per la quarantena: V

Nella pausa forzata cui tutti siamo in questo momento sottoposti, migliaia di istituti culturali mettono a disposizione in rete il proprio patrimonio. Senza ambire a improbabili paragoni, in una serie di brevi post a scadenza quotidiana presento materiali della mia collezione. L’ordine è rigorosamente alfabetico e oggi tocca alla lettera V: Fritz Vogelstrom (1882-1963).

Per chi dovesse sentire i primi segnali di crisi d’astinenza da Wagner, ecco qui in tenuta di Lohengrin il cantante che dal 1912 al ’29 ricoprì il ruolo di primo Helden- und Wagner-Tenor all’Opera di Dresda.
Fritz Vogelstrom era nato in Westfalia e prevedeva per sé un futuro di commerciante quando l’Hofkapellmeister del teatro di Mannheim lo sentì cantare in un quartetto di voci maschili. Portato a Mannheim e messo a studiare nel locale conservatorio, nel 1904 fu in grado di debuttare nel Nationaltheater di quella città come Tamino nel Flauto magico. Si guadagnò subito una posizione di primo piano sia nella compagnia che in altri teatri: quelli di Vienna, Monaco, Stoccarda, Praga, Zurigo e Francoforte lo accolsero come cantante ospite e nel festival di Bayreuth del 1909 gli furono affidati i ruoli di Parsifal e di Froh nell’Oro del Reno. Non sono in grado di dire se veramente, come affermano Kutsch e Riemens, in quello stesso festival avrebbe cantato anche Lohengrin. La mia fonte per i cast di Bayreuth cita quell’anno per quel titolo solamente Alfred von Bary.
Vogelstrom rimase a Mannheim fino al 1912, quando la sua carriera fece il definitivo balzo in avanti col trasferimento a Dresda, dove fu chiamato a prendere il posto proprio di von Bary, che si spostava a Monaco. Qui poté, in un intervallo di anni che durò fino all’addio alle scene dato nel 1929, affrontare tutta la schiera degli eroi wagneriani e numerosi altri ruoli sia nel repertorio tedesco (soprattutto Richard Strauss) sia in quello italiano e francese. Gli spettarono infatti fra gli altri Don José, Canio, Cavaradossi e Pinkerton.
Un addio alle scene dato a soli 47 anni fa nascere il sospetto che forse il briondo Fritz aveva chiesto un po’ troppo al proprio strumento. E’ solo una supposizione: l’unica cosa certa che so è che, come molti altri cantanti, lasciato in consegna a sua volta il cigno gentil a qualche altro tenore si diede all’insegnamento e non ebbe, per fortuna sua e con nostro sollievo, né una morte tragica né precoce.

Questa voce è stata pubblicata in Cantanti, Cartoline, Dresda, Galleria wagneriana, Immagini per la quarantena e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Immagini per la quarantena: V

  1. Alessandro Cortese ha detto:

    Mi sembra che sia la stessa Cosima, in una delle sue lettere, ad affermare con orgoglio di avere tra le mani questo promettente tenore e di essere stata lei stessa ad avergli insegnato i ruoli che interpretò a Bayreuth: Lohengrin, Froh e Parsifal, tutti interpretati nell’edizione del 1909.
    Pare che la perfida moglie di Alfred von Bary cercasse tutti i modi per estrometterlo.
    Qui la foto bayreuthiana

    • Winckelmann ha detto:

      Grazie, bellissima. Un piccolo mistero del festival, forse la vendicativa Frau von Bary è riuscita, se non a non farlo cantare, a organizzare una vera e propria damnatio memoriae.
      Ho anche una biografia di von Bary: stasera se il caldo di oggi in quest’ufficio ancora senza aria condizionata non mi avrà portato alla demenza definitiva provo a controllare se per caso il rivale è citato in qualche piega.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.