Herbert Beerbohm Tree, prolifico shakespeariano

jaoul-007GR

Assieme alla cartolina che raffigura Madge Kendal col suo cornuto copricapo, ne ho acquistate altre tre o quattro che appartengono alla stessa serie e che come quella mi sembrano tutte legate a spettacoli andati in scena all’Her Majesty’s Theatre attorno al 1910-11. Vediamo se ce la faccio a presentarle a ruota una dietro l’altra.
Anche in questo caso siamo davanti a un monumento del teatro inglese: Sir Herbert Beerbohm Tree (1852-1917) nelle vesti del cardinale Wolsey, arcivescovo di York e Lord Cancelliere del re nell’Henry VIII di Shakespeare, o più probabilmente di Shakespeare e aiuti.
Dell’Her Majesty’s, Beerbohm Tree fu il ricostruttore e l’impresario per vent’anni a partire dal 1897, e qui mise in scena una lunga serie di spettacoli che diventarono celebri per la cura e il fasto delle messinscene e per locandine che radunavano i più bei nomi del teatro britannico. Grande shakespeariano, Tree non si tirava indietro davanti al teatro più disimpegnato e nel 1914 impersonò il Professor Higgins nella prima rappresentazione assoluta del Pygmalion di George Bernard Shaw. Per capirci, fu in teatro quello che Rex Harrison sarebbe stato al cinema in My fair Lady.
Andata in scena nel 1910, la produzione di Henry VIII fu il maggiore successo di pubblico della carriera di Beerbohm Tree e in sette mesi raggiunse l’incredibile cifra di 254 rappresentazioni. Ne fu tratta persino una riduzione cinematografica, interpretata dalla stessa compagnia, che ebbe un successo analogo a quello della produzione teatrale e per la quale Beerbohm Tree ottenne un cachet degno di Adelina Patti.
Sposato con l’attrice Helen Maud Holt, sua frequente partner anche sulla scena, ebbe da lei tre figlie, ma evidentemente non pago delle loro indubbie qualità (due furono a loro volta attrici di rango e la terza poetessa) generò anche con madri diverse una piccola truppa di figli illegittimi, se ho capito bene almeno sei. Fra questi, il regista Carol Reed (quello del Terzo uomo) e suo fratello Peter, padre a sua volta dell’attore Oliver Reed.
Di Beerbohm Tree possiedo anche un ritratto che lo mostra parecchio più giovane e non ancora fregiato del titolo di Sir, nei panni del mesto principe Amleto. Ma su questo converrà tornare più avanti.

jaoul-007FS

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Attori, Cartoline, Londra e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Herbert Beerbohm Tree, prolifico shakespeariano

  1. ausdemspielberg ha detto:

    M’incute timore.

  2. Pingback: Henry Ainley, shakesperiano di larghe vedute | Il cavaliere della rosa

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...