Jean-Baptiste Faure: tre modi di passare alla storia, forse quattro

Passare alla storia è un'impresa che riesce tutto sommato a pochi, anche se esistono molti possibili modi per farlo; non è un'esagerazione dire che il signore ritratto in questa carte de visite dell'atelier parigino Reutlinger ne ha azzeccati almeno tre, forse quattro. Il primo: è stato, molto semplicemente, uno dei più grandi cantanti e interpreti d'opera... Continue Reading →

Wagner a Venezia, e un’ex-primadonna dalla fervida fantasia

Centotrentadue anni e un giorno sono passati da quel 13 febbraio 1883 che vide, in un appartamento della veneziana Ca' Vendramin Calergi sul Canal Grande a San Marcuola, la dipartita da questo mondo di Richard Wagner. Il compositore, accompagnato dalla moglie, dai figli e da un po' di domestici, era arrivato a Venezia nel settembre... Continue Reading →

Max Lorenz, l’imbarazzante passione di Hitler

Questo bellissimo ritratto del tenore tedesco Max Lorenz nel ruolo di Bacchus nella straussiana Ariadne auf Naxos è uno dei pezzi più moderni della Winckelmann Collection, alla quale è stato posto il limite cronologico (derogabile ma con giudizio) del 1945. La foto porta il timbro a secco DIETRICH su cui non sono riuscito a trovare informazioni ma che immagino... Continue Reading →

Sulle rive della Neva

L'impero russo rappresentò per lungo tempo una sorta di pianeta alieno ma dotato di una magnetica forza di attrazione nei confronti dei grandi cantanti occidentali, i quali  a decine affrontarono anche più volte il viaggio all'epoca assai impegnativo per esibirsi sul palcoscenico del Teatro Imperiale di San Pietroburgo. Se il fortunato pubblico residente sulle rive della... Continue Reading →

Crea un sito o un blog gratuito su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: