Discepolo e maestro

Lo vedo ancora davanti a me, durante una prova d'orchestra del Crepuscolo degli dei, precipitarsi giù dal podio verso l'angolo delle trombe e dei tromboni per provare con loro, con particolare insistenza, un pezzo della Marcia funebre, e salire poi rapidamente, usando la sedia di un contrabbasso, dall'orchestra al palcoscenico, per dare suggerimenti che sarebbe... Continue Reading →

Mambo-Flashmob!

Flashmob di protesta alla stazione dell'Aja contro la proposta chiusura, da parte del nuovo governo olandese, del Muziekcentrum van de Omroep. Ne parlavo già qui. Centocinquanta persone riunite a sorpresa e Vai col Mambo!

Il piccolo enigma di Isotta

Fra i tanti fantasmi che popolano la storia del teatro d'opera, quello dello spettacolo wagneriano delle origini è uno dei più misteriosi. La seconda guerra mondiale è stata un punto di cesura non più rimarginabile; nel processo di elaborazione del lutto che ad essa ha fatto seguito, il salvataggio del teatro di Richard Wagner ha... Continue Reading →

Punti di vista

Nell'intervallo della diretta radio di ieri sera della Madama Butterfly da Torino, intervistati uno dopo l'altro regista e direttore d'orchestra esprimono su alcuni aspetti dell'opera visioni interpretative diametralmente opposte. Nessuno sembra farci caso; chissà com'è riuscito il tenore a fare un Pinkerton musicalmente romantico e innamorato e visivamente cinico, volgare e puttaniere. Sarà andata, immagino,... Continue Reading →

Addio a Shirley Verrett

Un altro pezzo di storia se ne è andato. Ascolto questa sua escursione in un repertorio che non ha mai frequentato, penso alla sua Eboli, alla sua Lady Macbeth, a una carriera strepitosa che, una volta tanto, ha avuto in Italia alcune tappe fondamentali (ci dimenticheremo mai la sua Elisabetta nella Maria Stuarda al Maggio,... Continue Reading →

Adelina Patti

E' piccola, di statura, e sembra gracile. In realtà è una falsa magra ben congegnata. E' graziosa di viso, con occhi luminosi e un naso ben delineato, ma la fronte convessa, le labbra sottili e il mento rialzato denotano la femmina superba, caparbia e vanitosa. [...] Questa donna, nata letteralmente sulla scena (la madre, che... Continue Reading →

Crea un sito o un blog gratuito su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: